X

RELAZIONI INTERNAZIONALI

  1. Cooperazioni internazionali
  2. Convenzioni internazionali
  3. Progetti internazionali
Cooperazioni internazionali

Dalla dichiarazione del Delta del Danubio e dei suoi annessi geo-morfologici a Riserva della Biosfera (1990), le istituzioni internazionali specializzate nella tutela dell’ambiente espressero il loro interesse nel collaborare con l’Autorità della Riserva della Biosfera del Delta del Danubio.

L’interesse di queste organizzazioni di includere la Riserva in differenti reti di aree protette con caratteristiche similari è dimostrato dal riconoscimento, dal 1990, della Riserva della Biosfera del Delta del Danubio dalle più importanti reti ambientali:

 

Logo Site Description
www.ramsar.org Convenzione Internazionale sulle Zone Umide (RAMSAR)
http://whc.unesco.org/en/about/ UNESCO Patrimonio Mondiale Naturale e Culturale
www.unesco.org/mab/
UNESCO Programma ”Uomo e Biosfera” (MAB
Oltre all’inclusione, fin dalla sua creazione, nei programmi di informazione e scambio di queste reti, la RBDD è diventata membro delle seguenti organizzazioni internazionali:
www.eurosite.org
EUROSITE
www.europarc.org
EUROPARC
>certificatEUROPARC2010 >certificatEUROPARC2011>

L’Autorità della Riserva della Biosfera del Delta del Danubio ha anche firmato accordi di cooperazione con alter zone umide simili:

1. Protocollo di Intesa di Gemellaggio e Cooperazione Tecnica tra la Riserva della Biosfera del Delta del Danubio (Romania) e la Associazione Marquenterre Nature (Francia) (1991-1994, 1995-1998)

2. Memorandum di Intesa tra il Ministero dell’Ambiente della Romania e il Ministero dei Trasporti, Lavori Pubblici e Gestione delle Acque dei Paesi Bassi (1995-2000) sulla cooperazione nel campo della gestione integrate delle acque, della ricerca ecologica e idrologica per il restauro e il management delle aree acquatiche e delle zone umide nel Delta del Danubio e nei Paesi Bassi.

3. Memorandum di Intesa tra la Riserva della Biosfera del Delta del Danubio (Romania) e la Commissione per l’Ecologia e le Risorse Naturali della Regione Astrakhan (Federazione Russa) (1996)

4. Memorandum di Intesa tra la Riserva della Biosfera del Delta del Danubio (Romania) e il Parco Nazionale Biesbosch (Paesi Bassi) (1995-2000, 2001-2006) sulla cooperazione nel campo della gestione, informazione, educazione ambientale, ricerca ed ecoturismo nel Delta del Danubio e Biesbosch.

5. Memorandum di Intesa tra la Riserva della Biosfera del Delta del Danubio, l’Istituto Nazionale “Delta del Danubio” per la Ricerca e lo Sviluppo (Romania) e la Riserva Naturale di Dunaiskiy Plavni (Ucraina), (1996-1999) sulla cooperazione nella preparazione del personale, studi sulla biodiversità, management, restauro ecologico e conoscenza pubblica nelle due aree umide.

6. Euro Regione “Basso Danubio”
Creata nell’Agosto 1998, l’Euro Regione “Basso Danubio” mira a promuovere azioni ambientali per la conservazione della biodiversità e lo sviluppo sostenibile. Recentemente, gli specialisti e la popolazione locale sono convinti che gli argomenti ambientali non possano essere gestiti separatamente. I confini tra i paesi non possono impedire agli incidenti ecologici di propagarsi.

L’Euro Regione “Basso Danubio” include le province di Galati, Braila e Tulcea (Romania), La provincia di Cahul in Moldova e la regione di Odessa in Ucraina.

7."Il Corridoio Verde del Danubio"
Il “Corridoio Verde” del Danubio fu creato nel 1990 su iniziativa della Romania, firmando un protocollo di collaborazione tra i Ministeri dell’Ambiente Bulgaria, Moldova, Ucraina e Romania, stabilendo un sistema di aree protette lungo il Basso Danubio, includendo il Delta del Danubio.

8.Cooperazione per l’Area Protetta di Frontiera del Delta del Danubio e del Prut Inferiore
Nel giugno 2000, I Ministeri dell’Ambiente della Moldavia, Romania e Ucraina firmarono l’Accordo di Costituzione per l’”Area di Protezione della Natura del Delta del Danubio e Prut inferiore” (Riserva della Biosfera del Delta del Danubio – Romania, Riserva della Biosfera del Danubio – Ucraina) e Prut inferiore (Riserva Scientifica del Prut inferiore – Moldavia).

9. Accordo di Gemellaggio e Partnership (2002) tra l’Autorità della Riserva della Biosfera del Delta del Danubio e il Parco Regionale del Delta del Po - Emilia Romagna (Italia) sulla cooperazione nel campo dell’informazione, ricerca scientifica e monitoraggio per una gestione comune delle aree costiere nei due delta.

10. Sottoscrizione (nel 2002) dello Statuto dell’Associazione “Delta chiama Delta”, comprendente il Delta del Po (Italia), Il Parco dell’Ebro (Spagna), il Parco Regionale di Briere (Francia) e la Riserva della Biosfera del Delta del Danubio (Romania).

11. Sottoscrizione (nel 2002) dello Statuto dell’Associazione Delta del Mediterraneo (DELTA- MED), che include il Delta del Po (Italia), il Delta del Rhone (Francia), il Delta dell’Ebro (Spagna), RBDD (Romania), il Delta del Nilo (Egitto), il Delta dell’Evros (Grecia), Albufera de Valencia (Spagna) e l’estuario del Guadalquivir (Spagna).
L’obiettivo di questa Associazione è di costituire un forum permanente per l’analisi, la discussione e il dialogo su problemi specifici di un ambiente naturale acquatico e costiero, sulla produzione economica e le questioni sociali dei delta del Mediterraneo, riguardanti specialmente lo sviluppo sostenibile di questi delta.

12. Memorandum di Gemellaggio tra la Riserva Naturale di Torre Guaceto e l’Area Protetta Marina di Brindisi (Italia), Riserva della Biosfera del Delta del Danubio (Romania) e la Riserva Naturale Marina di Miramare (Golfo di Trieste, Italia).
Tramite l’accordo di collaborazione, firmato nel Giugno 2005, le istituzioni amministrative, col supporto del Ministero Italiano dell’Ambiente e della Protezione del Territorio, pianificheranno insieme azioni che portino al rafforzamento della conservazione del patrimonio naturale, coinvolgendo le comunità locali e concentrandosi sul turismo sostenibile e altre utili attività.

Convenzioni internazionali

(Patrimonio mondiale, Berna, Ramsar, Rio, Danubio, Bonn, Aarhus, Espoo, Kyoto)

Convenzione sulla protezione del patrimonio culturale e naturale dell'umanit�

Convenzione sulle zone umide di importanza internazionale, specialmente come habitat per gli uccelli acquatici

Convenzione sulla natura e sugli habitat naturali europei

Convenzione sulla diversit� biologica

Convenzione per la protezione delle specie naturali migratrici,

Convenzione per l'accesso all'informazione, la partecipazione pubblica nei processi decisionali, l'accesso alla giustizia in material ambientale,

Protocollo di Kyoto

Convenzione sulla valutazione di impatto ambientale in contesti transfrontalieri

Progetti internazionali

  1. Progetto di cooperazione centralizzata tra Italia, Romania, Moldavia e Ucraina, mirato alla certificazione e protezione ambientale nell’area del Delta del Danubio, basato su un’esperienza italiana e sugli standard europei dal Regolamento 761/01 – EMAS. Il progetto è finanziato dal Programma di Cooperazione Centralizzata della Regione Veneto e supporterà amministrazioni pubbliche locali dell’ Euro Regione “Danubio Inferiore” per conformarsi agli standard europei nella protezione ambientale e nella protezione della biodiversità e della natura (sarà implementato nel 2007).
  2. Progetto „Delta del Danubio – paesaggio dell’anno 2007 - 2009” implementato da ARBDD in collaborazione con International Friends of Nature (Austria), Nature Friends dalla Romania, l’Istituto di Ricerca e Sviluppo del Delta del Danubio e le autorità locali di Tulcea.
    Il progetto “Paesaggio dell’anno” promosso dall’Organizzazione Friends of Nature in collaborazione con altre associazioni, organizzazioni e amministrazioni locali, porta la regione all’attenzione europea, supporta, elabora e implementa progetti di sviluppo sostenibile e iniziative future e finanzia progetti.
    La presentazione ufficiale a livello europeo è rappresentato dalla cerimonia di proclamazione che avrà luogo il 2-3 di Giugno a Tulcea, con varie azioni e manifestazioni. www.landscapeoftheyear.net/danubedelta e http://www.sustainable-danubedelta.net/
  3. Progetto PHARE CBC RO 2004 /016.942.01.01 “Sistema integrato per il monitoraggio dei fattori ambientali, della biodiversità e delle risorse naturali della Riserva Transfrontaliera della Biosfera del Delta del Danubio Romania/Ucraina” implementata tra il 2006 e il 2008.
    L’obiettivo principale è di migliorare il livello di integrazione in aree di confine (riserve della biosfera) per costruire basi solide per lo sviluppo sostenibile creando sistemi di infrastrutture transfrontaliere. Tramite il raggiungimento di questi obiettivi, il progetto mira al perfezionamento delle azioni di gestione per la protezione ambientale in contesti di frontiera. La soluzione è l’elaborazione e l’implementazione di un sistema di monitoraggio integrato. Sarà sostenuto da un programma di monitoraggio congiunto, un gruppo di lavoro comune, un database comune e un laboratorio mobile per spedizioni comuni per il monitoraggio e la raccolta di campioni. Il programma stimolerà la cooperazione regionale interna, ma anche la cooperazione transfrontaliera all’interno dell’”Euro Regione del Danubio Inferiore” e la cooperazione bilaterale tra Romania e Ucraina.
  4. Progetto LIFE NATURA (LIFE05NAT/RO/000169) „Saving Pelecanus Crispus in the Danube Delta”
    Implementato tra il 2005 e il 2990, il beneficiario del progetto è l’Autorità della Riserva della Biosfera del Delta del Danubio, e i partner sono la Società Ornitologica Rumena (SOR) e la Royal Society for the Protection of Birds (RSPB).
    Gli obiettivi del progetto sono: mantenere e proteggere la popolazione di Pellicano riccio nel Delta del Danubio, istituire 5 Zone a Protezione Speciale per gli uccelli, implementare misure di conservazione per migliorare le condizioni di nidificazione. www.dalmatianpelican.ro
  5. Piano Gestionale per la Protezione della Biodiversità e lo Sviluppo Sostenibile nelle Aree Protette Naturali della Euro Regione del Danubio Inferiore – finanziato dal programma TACIS per piccoli progetti transfrontalieri.
    Implementato tra il 2002 e il 2003, il progetto interessa le seguenti aree: dalla Romania – Comune di Tulcea, la Riserva della Biosfera del Delta del Danubio (sito Ramsar e Patrimonio dell’Umanità), dalla Moldavia – Comune di Cahul, Riserva di Stato del Prut Inferiore (sito Ramsar e riserva scientifica) e dall’Ucraina – Regione di Odessa, Riserva della Biosfera del Danubio (sito Ramsar). L’obiettivo del progetto era l’elaborazione del piano gestionale per la protezione della diversità biologica e dello sviluppo sostenibile nell’Area Naturale Protetta transfrontaliera dell’ “Euro regione del Danubio Inferiore”.
  6. “Progetto Biodiversità nel Delta del Danubio”, finanziato da GEF e Banca Mondiale (1995-2000). L’obiettivo principale del programma GEF era di rafforzare l’ARBDD come istituzione: Ispezioni ecologiche e corpi di guardia, Monitoraggio di fauna e flora, Monitoraggio degli ecosistemi, Restauro ecologico, Conoscenza pubblica e coinvolgimento delle comunità locali, Management e coordinazione. Le agenzie coinvolte nel programma GEF erano l’Autorità della Riserva della Biosfera del Delta del Danubio e l’Istituto Nazionale del Delta del Danubio per la Ricerca e lo Sviluppo.
  7. Il ”Programma ambientale del Delta del Danubio: Cooperazione Tecnica”, finanziata da BERD, Banca Europea per la Ricostruzione e lo Sviluppo, fu implementato tra il 1993 e il 1995. Gli obiettivi di questo progetto di cooperazione tecnica per un Programma Gestionale per l’Ambiente nel Delta del Danubio erano: valutazione della legislazione e sottoscrizione di un effettivo e completo assetto legislativo, rafforzamento della ARBDD, specialmente nei processi a livello di pianificazione (garantendo formazioni professionali, se necessario), supporto per lo sviluppo di piani di lavoro e di gestione, preparando proposte di progetti di investimenti per promuovere lo sviluppo sostenibile delle popolazioni locali, assistendo l’ARBDD per coordinare più efficacemente le attività delle organizzazioni internazionali nel Delta (creando le condizioni per GEF etc.)